web analytics

- traduzioni di qualità dall'inglese in italiano e dal francese in italiano -

Autore: Roberto Felletti Page 1 of 39

Confronto tra tre operazionali su circuito integrato con misurazioni e analisi delle prestazioni

Vai alla traduzione

Volume IV – Le vie del destino – Elena Kryuchkova, Olga Kryuchkova

Volume IV Le vie del destino Elena Kryuchkova, Olga Kryuchkova Il libro finale della serie. Le vie del destino sono intrecciate, è il momento di trovare le risposte alle domande del passato… Qual è la conclusione della storia che risplendeva come le stelle?

Estratto dal libro:
Sumire arrivò a casa dell’indovina, “Ms. Ru”, completamente ignara di tutto. Quale fu la sua meraviglia quando vide che era la medesima Ms. Ruri! Dopo il consueto scambio di convenevoli, l’ex attrice disse:
“È proprio vero, le vie del destino sono imperscrutabili! Ms. Ruri, non mi aspettavo di vedervi nel regno Ming!”
“Ma io sapevo che sareste venuta, Ms. Sumire,” disse l’indovina sorridendo. “Suppongo che abbiate già supposto che non sono esattamente una persona comune.”
“Siete lo spirito del lapislazzuli che era sulla forcina che vi ho dato. Vero?”
Ruri annuì. Per lei non era una sorpresa il fatto che Sumire avesse già capito tutto.
“Desiderate conoscere il vostro futuro, vero?” domandò.
“Esattamente,” confermò Sumire.
“Adesso vi faccio l’oroscopo,” fu la risposta.
Naturalmente, Sumire immaginava che lo spirito del lapislazzuli non avesse bisogno di strumenti o calcoli per vedere nel futuro. Però decise di non interromperla.
Ruri cominciò diligentemente a preparare l’oroscopo. E si rese subito conto che c’era qualcosa che non andava. Cioè, non vedeva il futuro di Sumire. “Qual è il problema?” Ruri era confusa. “Solo perché andava tutto bene…”
Grazie al fatto che i suoi poteri magici erano parzialmente tornati, lei sapeva che Sumire era una delle discendenti di Haruka, la Fanciulla Celeste, colei che tempo prima aveva svegliato Ruri da un lungo sonno. Per un momento ebbe anche l’impressione che Sumire fosse proprio la discendente in cui Ori, che Ruri cercava da così tanto tempo, era rinata. Ma poi quella visione scomparve, perché l’immagine di Ori “lasciò” Sumire. Pertanto, Ruri decise che le era solo sembrato…
Improvvisamente, Ruri vide il futuro di casa sua. Scoprì che nell’immediato futuro non sarebbe più esistita. Casa sua sarebbe rimasta vuota finché la città non l’avesse riconosciuta come abbandonata. E in futuro, nella casa di Ruri sarebbe stato aperto un negozio di cosmetici.
“Lascerò questo posto di fretta? Ma perché?” si domandò lo spirito del lapislazzuli. “Perché non riesco a vedere il futuro di Sumire? Veramente il suo destino è collegato al mio? Perché l’unico futuro che non riesco a vedere è il mio.”
Nel frattempo, l’ex capo della troupe di attori domandò: “C’è qualcosa che non va?”
Ruri esitò un istante. Non sapeva cosa risponderle. Improvvisamente, accadde qualcosa di sbalorditivo. Tutto a un tratto, nella stanza calò una fitta nebbia bianca…
***
…Quel giorno, Mr. Bai si stava occupando dei suoi affari, come al solito, quando improvvisamente una delle sue clienti abituali andò da lui: Himiko-Sakurako in persona.
“Ah, Lady Sakurako! Quanto sono contento di vedervi!” E scoppiò in un sorriso ossequioso. “Cosa desiderate questa volta? Proprio per voi, ho alcuni nuovi trattati scientifici e una collana di giada finemente lavorata…”
Il mercante non dubitava della solvibilità della cliente: lei acquistava sempre squisite merci costose. Tuttavia, il mercante non poteva sovrastimare troppo il prezzo: la ragazza era molto attenta e conosceva il vero valore o l’unicità di questo o quel prodotto.
“Anch’io sono contenta di vedervi, Mr. Bai,” salutò educatamente. “Voglio dare un’occhiata ai nuovi trattati scientifici e alla collana.”
Il mercante le mostrò immediatamente gli articoli richiesti. La cliente li esaminò attentamente e annuì, soddisfatta.
“Mi interessano davvero,” disse. Poi rifletté un istante e disse: “Avete qualche trattato scientifico sui meccanismi militari o armi insolite?”
Dong rimase sorpreso, in un certo senso, ma non lo dimostrò.
“Purtroppo, al momento non ho niente di idoneo!” ammise con sincerità il mercante. “Ma posso mostrarvi qualcosa di interessante.”
“Cosa sono?” domandò la ragazza.
“Questi sono fuochi d’artificio.”
“Fuochi d’artificio?”

Per ulteriori informazioni: LIBRI TRADOTTI.

Volume 3 – Storie dimenticate di giorni lontani – Elena Kryuchkova, Olga Kryuchkova

volume iii storie dimenticate di giorni lontani - Elena Kryuchkova, Olga KryuchkovaStorie di giorni da tempo dimenticati… Il velo del passato è stato sollevato, e ha rivelato la storia delle antiche divinità e della leggendaria sovrana. Qual è il segreto del sacro lapislazzuli, nascosto nelle nebbie del tempo? In che modo i destini si sono intrecciati, legati tra loro da fili nel lontano passato?

Estratto dal libro:

Voltandosi, Sumire vide una figura femminile staccarsi dal tronco del prugno. E davanti a lei apparve una giovane ragazza con lunghi capelli e un abito scarlatto.

“Signora, vi prego, non abbiate paura di me,” disse. “Sono lo spirito del prugno che cresce accanto a questo ponte. Mi chiamo Umeko. L’oni Kiseki, il cui nome avete indovinato, ha causato problemi non solo a me, ma anche agli spiriti delle pietre e allo spirito del fiume, che appartengono a questo luogo. Noi non abbiamo mai desiderato fare del male alla gente, e ogni volta eravamo molto preoccupati, temevamo di diventare testimoni di uno spargimento di sangue. Pertanto, voglio ringraziarvi.”

“Oh, non ce n’è bisogno,” disse Sumire, con modestia.“Non siete stata affatto sorpresa di avere incontrato Kiseki e me,” sorrise Umeko. “Avete già incontrato spiriti e demoni?”

“Una volta ho assistito a un evento mistico,” rispose.

“Oh, capisco!” esclamò lo spirito del prugno. “Questo spiega molto. Siete una persona fantastica! Come segno della mia gratitudine, lasciate che vi mostri lo specchio che conosce il passato.”

“Lo specchio che mostra il passato?” domandò Sumire, sorpresa.

“Sì,” annuì Umeko. Tra le sue mani apparve un piccolo specchio di bronzo, dipinto con un intricato schema di colori intorno ai bordi. “Se guardate dentro, potete vedere qualsiasi cosa vogliate. Che si tratti di un evento dei tempi antichi, della vita di una persona o di uno spirito. L’unica cosa che lo specchio non fa è mostrare il destino degli oggetti.”Sumire, esitante, prese lo specchio che le era stato porto.

***Era una torrida giornata estiva. Non c’era il minimo movimento d’aria. I servi e i membri del Clan Celeste pativano il caldo. Nel pomeriggio, il cielo cominciò ad assumere una sfumatura plumbea mentre si stava avvicinando un forte temporale. Amaterasu passava il tempo all’ombra di un grosso albero. Le sue cameriere, Miyu e Mayu, facevano diligentemente aria alla loro Signora con dei grossi ventagli.Durante gli ultimi due anni, Miyu era cresciuta e si era gradualmente trasformata in un’attraente giovane donna. Mayu era entrata al servizio delle divinità poco tempo dopo la sua amica. Aveva un anno in meno di Miyu, ma quello non aveva impedito alle ragazze di diventare amiche.

“Probabilmente, in serata ci sarà un forte temporale…” disse apaticamente Amaterasu.

“Sì, mia Signora, è sempre molto afoso prima di un temporale,” concordò Mayu.

“E i fulmini mi spaventano a morte…” confessò Miyu. “Non dovresti averne paura! Sono lontani nel cielo! E noi serviamo le divinità, per cui andrà tutto bene,” osservò la sua amica.Lei lo sapeva molto bene: quando c’era il temporale non dovevi stare vicino all’acqua né rifugiarti sotto un albero, altrimenti gli spiriti del tuono si sarebbero arrabbiati e ti avrebbero incenerito con un fulmine.“Oggi ho fatto un brutto sogno,” disse Miyu, ignorando la sua amica. “Ho visto un’enorme palla di fuoco volare su Ashihara e avvolgere Lady Izanami tra le fiamme…”

*** Era una meravigliosa giornata estiva.Quell’anno l’estate si rivelò estremamente buona: non fredda, ma nemmeno calda. Piovve il giusto.I divinatori di Corte del Clan del Fiume Celeste lo ritennero all’unanimità di buon auspicio. Il motivo era l’ascesa al trono del nuovo sovrano, Tei.Il Clan Celeste era arrivato sulla Terra un migliaio di anni prima da un luogo distante, oltre il Fiume Celeste. Si erano stabiliti sull’arcipelago, dove avevano fondato la capitale sull’isola di Honshu, ma dopo un paio di secoli persero infine i contatti con la loro lontana casa ancestrale.

Per ulteriori informazioni: LIBRI TRADOTTI.

Un disco di jazz live dalle caratteristiche tecniche davvero eccezionali

Vai alla traduzione

Volume II. L’Eclissi. Incontro Con La Fanciulla Celeste – Elena Kryuchkova, Olga Kryuchkova

Volume 2 - L'eclissi. Incontro con la fanciulla celeste - Elena Kruychkova, Olga KruychkovaEstratto dal libro:

Sumire era nata in una famiglia di aristocratici impoveriti, vicino alla città di Edo, quarta figlia nella famiglia. L’unico maschio, il maggiore, era destinato a ereditare tutte le modeste proprietà della famiglia, e i genitori avevano provato a far sposare le figlie nella maniera più proficua possibile. Pertanto, le due sorelle maggiori avevano sposato uomini ricchi, di una certa età, rimasti già vedovi.
Presto, anche Sumire entrò nella maggiore età. I suoi genitori le avevano già trovato anche uno sposo. Come i mariti delle sue sorelle maggiori, anche il suo era un vedovo di una certa età.
“Non voglio sposarlo!” si arrabbiò subito la ragazza. “Ha l’età del nostro nonno!”
“Pensa alla famiglia!” la rimproverò severamente sua madre. “Il tuo matrimonio vantaggioso può migliorare la nostra situazione! E anche tu vivrai nell’abbondanza!”
“È vecchio! Non voglio diventare sua moglie!” La ragazza non cedette.
“È un buon partito da sposare! Pensa a come può essere vantaggioso per te! I tuoi figli saranno suoi eredi!” la madre obiettò di nuovo. “Inoltre, tu stessa hai detto che è vecchio! Pensa al fatto che tra qualche anno, dopo il matrimonio, sarai vedova e diventerai una donna libera! Sarai una ricca donna libera! Ma per questo, c’è bisogno che tu gli dia un figlio!”
Sumire si rese conto che era inutile discutere con sua madre. Finse di ubbidire. Ma di fatto, pianificò la fuga da casa.
La ragazza mise in pratica il suo piano qualche giorno dopo, in una notte senza luna. Indossò abiti maschili. Portò con sé qualche gioiello e uscì silenziosamente da casa.
Fortunatamente, gli dèi furono misericordiosi con lei – alla ragazza non successe nulla. Ma alla fine, tuttavia si rese conto di avere agito molto imprudentemente e in modo frivolo. Dopotutto, i rapinatori avrebbero potuto aggredirla proprio quella stessa prima notte dopo la fuga! Ma fortunatamente finì tutto bene.
…Dopo essere fuggita di casa, Sumire pensò: che fare adesso? Probabilmente, avrebbe dovuto pensarci prima di fuggire! Ma ormai era troppo tardi per rimpiangerlo.
La cosa più ragionevole le sembrò andare in un’altra città, vendere i gioielli e comprarsi una casetta. Dopodiché sposare un bel giovane.
Ma Sumire era stata sempre una “ribelle”! E ubbidendo a un vago impulso, decise di fondare una compagnia di artisti, perché alla ragazza erano sempre piaciute le esibizioni di attori e attrici, la musica e la danza.
***
Non appena Himiko uscì dal tempio si udirono ovunque delle grida.
“Il sole! Il sole! Amaterasu sta portando via il sole!” gridarono gli abitanti della città, in preda a un intenso terrore, cadendo in ginocchio.
“Moriremo tutti!” gridò il sacerdote, correndo via.
Himiko guardò il pavido sacerdote con sguardo arrabbiato, poi alzò gli occhi al cielo e vide un disco nero che lentamente rotolava sul sole. Il crepuscolo stava gradualmente scendendo sulla città…
L’immagine che si presentò allo sguardo della ragazza la fece involontariamente paralizzare per lo stupore e la paura. Per qualche istante Himiko rimase confusa, incapace di pronunciare una parola. Improvvisamente ricordò le lezioni del suo vecchio maestro e uno degli antichi trattati astrologici che una volta aveva letto. Esso parlava di misteriosi fenomeni celesti che di tanto in tanto capitano in questo mondo.
In quel trattato si parlava della cosiddetta “eclissi solare”, quando la luna e il sole erano allineati. E la luna oscurava completamente la luce del giorno. Secondo un’antica pergamena Han, questo preannunciava guai o importanti cambiamenti.
Immediatamente, Himiko si rese conto che questa circostanza avrebbe potuto essere usata a suo vantaggio. E la giovane sovrana fu attraversata da un pensiero audace.

Per ulteriori informazioni: LIBRI TRADOTTI.

Si cambia!

E così sono arrivato a un’ennesima svolta in questo percorso tortuoso che è la mia vita, la mia personale long and winding road. Che sia long può magari anche starmi bene, ma l’avrei certamente preferita meno winding. E quindi, alla mia ormai veneranda età, ho vinto un concorso pubblico, sebbene a tempo determinato. Ma va bene così, almeno c’è quella (relativa) sicurezza economica che l’attività in proprio non può comunque garantire. Mi aspettano tre anni di (relativa) tranquillità e poi chissà…

Pertanto, dal 21 novembre p.v. non potrò più fare traduzioni, perché il lavoro a tempo pieno alle dipendenze della Pubblica Amministrazione è esclusivo. Ci sono delle eccezioni che vengono valutate dall’Amministrazione e, se non incompatibili, sono autorizzate. Sono concesse le collaborazioni con riviste, giornali e tutti i mezzi di diffusione del pensiero (per cui posso continuare a collaborare con TNT-Audio). Queste non richiedono autorizzazione.

Quindi, basta Amazon (ma in definitiva non è una gran perdita, vista l’irrilevanza di certe offerte, dell’ordine di centesimi addirittura!) e basta anche alle traduzioni di libri che, a parte il divertimento, non hanno portato benefici a livello economico. Non che mi aspettassi grandi cose, in realtà. E quindi, ho accolto con gioia e sollievo questa ghiotta opportunità che mi si è presentata e archivierò questa parentesi “traduttoria” come uno dei tanti periodi di questa mia vita.

Mi faccio i migliori auguri di buon lavoro e li faccio anche a chi è riuscito ad affermarsi come traduttore/traduttrice. Buona fortuna a tutti!

Volume I – La Giovane Principessa – La Ragazza del Villaggio Nascosto – Elena Kryuchkova, Olga Kryuchkova

Volume 1 la giovane principessa la ragazza del villaggio nascosto Elena Kryuchkova, Olga KryuchkovaEstratto dal libro:
Di fronte a loro apparve una spaziosa stanza pulita, arredata con eleganti mobili intagliati e paraventi magistralmente dipinti. Tutti gli oggetti da interno erano costosi e fu immediatamente chiaro che gli affari dell’indovina prosperavano.
La donna e le figlie apprezzarono subito la qualità delle cose che le circondavano. Cose simili potevano permettersele gli aristocratici della classe media oppure i cittadini ricchi.
Dopo uno scambio di convenevoli, Ruri invitò le ospiti a sedersi a un tavolo basso su un tatami. Le donne e le ragazze si affrettarono a sedersi al tavolo. I samurai, dopo essersi accertati che niente minacciasse la loro Signora e le ragazze, rimasero silenziosamente in piedi all’ingresso della casa.
Non sembrarono infastidire affatto Ruri. Spesso lei veniva avvicinata per una predizione da nobili signore e ricche donne di città, le quali, ovviamente, giungevano con una scorta.
“Mia Signora, cosa volete sapere per prima?” domandò l’indovina dagli occhi blu. “Il vostro futuro, o quello delle vostre figlie?”
“Per prima cosa, desidero sapere cosa attende la mia figlia maggiore. Poi, in ordine di anzianità, la mezzana e la minore,” disse la madre, indicando le figlie a turno.
“Così sia,” annuì Ruri.
***
…Improvvisamente, la ragazzina si rese conto di qualcos’altro: il cielo si era oscurato bruscamente e una nebbia impenetrabile aveva cominciato a ricoprire ogni cosa tutt’intorno. Andò nel panico e si affrettò a cercare un modo per uscire dalla foresta. Ma, purtroppo, era successo l’irreparabile: si era persa, ma se n’era resa conto troppo tardi.
“Se resto ferma qui, non uscirò mai dalla foresta,” ragionò. “La cosa più importante è procedere molto cautamente. E con l’aiuto della grande dea Amaterasu, uscirò da qui sana e salva. E devo trovare la mia cameriera.”
Himiko offrì mentalmente preghiere, e si incamminò lentamente. Dapprima seguì una strada pianeggiante, poi, all’improvviso, spuntò un sentiero di foresta pianeggiante. La ragazzina, con sua grande sorpresa, si rese conto che stava camminando lungo una strada di montagna.
Improvvisamente, Himiko sentì un gatto fare le fusa, e decise che da qualche parte, lì vicino, doveva esserci una casa. “Chiederò ai residenti come posso tornare alla capitale. Forse mi faranno aspettare a casa loro che la nebbia si diradi!” pensò.
Proseguì, di tanto in tanto le arrivava alle orecchie un ronzio. Himiko camminò abbastanza a lungo. La nebbia l’avvolgeva ancora come un bozzolo.…

Descrizione della serie:
Giappone, fine XVI secolo. Nella città di Edo vive Ruri, una misteriosa indovina dagli occhi blu. Chi è e quali segreti nasconde? E che rapporto ha con una donna di nome Sumire, capo di una compagnia di artisti? Questo segreto risale a un lontano passato… Nel II secolo, la regione di Yamatai era governata da Himiko – la Signora dalla Faccia d’Oro (il suo volto è nascosto da una maschera dorata), che ha ereditato da sua madre tre simboli sacri del potere della Grande Dea del Sole. Al suo servizio c’è l’Ancella Celeste, che in passato aveva già incontrato una donna misteriosa con gli occhi blu… Himiko intende anche rafforzare i confini dello stato per resistere alle incursioni delle tribù selvagge. Per fare questo, va oltremare, in incognito, fino all’Impero Han. Al suo posto, Himiko lascia sul trono la sua sosia, la donna del leggendario Clan Celeste. Himiko intende impadronirsi della “polvere di fuoco”. Dopo essere salita a bordo della nave mercantile, la sovrana dalla faccia d’oro non può nemmeno immaginare che il suo viaggio, apparentemente ordinario, potrebbe essere pieno di pericoli, e che la sua vita potrebbe essere a rischio…

Ulteriori informazioni: LIBRI TRADOTTI.

La Luce della Gioia – Mark Gardner & Cole Poindexter

La luce della gioia - Mark Gardner e Cole PoindexterPedine riluttanti in una guerra tra due fazioni: quella del mare e quella del cielo.

Una ragazza destinata a fare da guida da secoli… Un ragazzo destinato a proteggere la sua gente…

Una città saccheggiata e abbandonata, terrorizzata da una mostruosità inarrestabile…

Lei teme ciò che la tradizione richiede. Lui teme di non farcela senza di lei. Compieranno i loro destini insieme oppure la gioia si affievolirà per sempre?

Ulteriori informazioni: LIBRI TRADOTTI.

Pre-amplificatore passivo a shunt: confronto tra resistori in serie

Vai alla traduzione

Audiofilia: fede o fantasia? Analisi semiseria delle paranoie audiofile

Vai alla traduzione

Page 1 of 39

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén