Recensione di una registrazione audiofila delle prime composizioni di Erik Satie

Questa volta non parliamo di apparecchiature, analogiche o digitali che siano, e nemmeno di prodigiosi e miracolosi dispositivi che trasformano il suono (o almeno così promettono); sotto esame è una registrazione (chiaramente di livello audiofilo) delle prime composizioni di Erik Satie, compositore e pianista francese (1866-1925).

Il cofanetto, che comprende tre cd e si intitola Early & Esoteric Piano Works, raccoglie tutte le composizioni per pianoforte conosciute di Satie, scritte tra il 1887 e il 1900; i brani sono eseguiti da Alessandro Simonetto. La musica non è certo facile, non è l’ideale per una festa, né come sottofondo e non è nemmeno il genere di musica da ascoltare mentre state guidando. È sicuramente musica per pochi, nel senso di pochi appassionati del genere, una serie di composizioni particolari ed… esoteriche.

Vai alla traduzione

I commenti sono chiusi.