Intervista con il fondatore e amministratore di un gruppo Facebook dedicato all’audio

Anche il settore dell’audio non poteva ignorare le nuove potenzialità offerte dai cosiddetti social, elemento ormai imprescindibile dei rapporti interpersonali del XXI secolo. Indubbiamente, queste piattaforme possono rappresentare un grande trampolino di lancio per la diffusione del verbo audiofilo, raggiungendo moltissime persone con un semplice click e consentendo, così, la diffusione della cultura del buon ascolto.

Vai alla traduzione

I commenti sono chiusi.